News

Milano

Aprile 20, 2016

Fusako Yusaki al Master in Animation Design

Gli studenti del Master in Animation Design hanno superato il primo workshop intensivo in stop motion guidati da Fusako Yusaki, designer e artista giapponese specialista nei lavori con la plastilina e nota per sigle, spot e programmi tv cult.

Per Fusako la plastilina è vita perchè, come l’esistenza, è in continua trasformazione. “Quando ho cominciato l’animazione con la plastilina, ho scoperto la bellezza di questo materiale plastico che può deformarsi e riformarsi con l’immaginazione, creando con il movimento e l’uso della materia, una realtà inaspettata. Questa esperienza continua ancora adesso, non finisce mai, e sono contenta di avere l’occasione di comunicarla a voi giovani affinché possiate scoprirne la magia”, spiega Fusako.

All’interno della sala di posa e muniti di un bancale di plastilina, gli studenti hanno vissuto sul set per stop motion sperimentando la creazione di pupazzi, l’integrazione di materiali e oggetti e la lavorazione digitale. Riprese in Blue e Green Screen sono state realizzate utilizzando i software necessari.

“Noi viviamo nella trasformazione, a partire da noi stessi e dalle nostre cellule, e penso che i giovani, costruendo forma e movimento, possano arrivare alla conoscenza del loro sé ed alla scoperta dei loro obiettivi. Per scoprire questa magia bisogna avere il tempo di concentrarsi su se stessi e di vivere le esperienze che ne scaturiscono. Mi auguro che il Master crei l’occasione di scoprire le vostre passioni”.

Le immagini che seguono sono state realizzate da Maurizio Costa

Chi è Fusako Yusaki
Fusako Yusaki (湯崎夫沙子) – Tokyo, 1937- è una designer e artista giapponese. Frequenta la Joshi Bijutsu Daigaku di Tokyo, facoltà di Architettura di Interni e si laurea in design creativo nel 1960, realizzando come tesi una play sculpture per il giardino comunale Setagaya di Tokyo. Si dedica quindi alla scultura tridimensionale e alla creazione di parchi per l’infanzia fino a quando, nel 1964, vince un concorso internazionale e si stabilisce a Milano, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera.
Dopo alcuni anni di collaborazione con Fernet Branca (fernetbranca.com), collabora anche con il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Genova e con Thedynaplex Milano comincia a creare e produrre indipendentemente i suoi film, ottenendo premi e segnalazioni in vari festival internazionali. L’Hara Museum of Contemporary Art di Tokyo ospita dal 1985 la serie completa dei suoi filmati e nel 1989 la Fondazione culturale Avon le assegna il riconoscimento di Donna artista dell’anno. È stata membro della giuria di vari festival di cinema d’animazione tra cui quello di Annecy, di Hiroshima, di Zagabria, di Espinho e di Wissembourg.

https://magazinpoliva.kiev.ua

www.diploma-home.com

http://medicaments-24.com