News

Ottobre 26, 2012

Imparare a guardare e a fare il cinema.

Che cosa fa dire a Paolo Mereghetti che La Bocca del Lupo “è uno di quei film che danno ai festival la loro ragion d’essere”? E che “fanno sentire gli spettatori testimoni privilegiati di un cinema che cerca nuove strade espressive?”. La critica cinematografica è spesso distante dalla percezione dello spettatore che può non comprenderne i linguaggi e le argomentazioni. Ci sono piccoli capolavori che rischiano di passare inosservati al grande pubblico, pur avendo magari vinto un festival o ricevuto critiche entusiastiche non solo in Italia. OffiCine li ripropone con Storia e Critica del cinema. Gli Anni Zero: da Primo amore di Garrone a Zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti; da Tahrir a Inside job; da Il grande capo a La Bocca del Lupo, appunto. Piccoli miracoli cinematografici che hanno alle spalle percorsi produttivi diversi, sempre più di frequente nelle mani degli stessi registi che si trovano impegnati anche in qualità di produttori e di referenti nella scelta dei canali distributivi e nelle azioni di promozione e comunicazione. L’industria cinematografica è un mondo complesso, stratificato e sempre più in fermento: la sfida di OffiCine è quella di continuare a imparare il cinema, a guardarlo, prima, e a farlo, poi.

Storia e Critica del cinema. Gli Anni Zero. A cura di Paolo Mereghetti
Dal 20 novembre in fascia oraria serale (19:00 – 22:00)

L’industria cinematografica. Produzione, Distribuzione, Comunicazione, Sala cinematografica.
Dal 4 dicembre in fascia oraria serale (18:30 – 21:30)
Possibilità di stage

[email protected] t. 02 5796951

Наш важный портал с информацией про Mi Power Bank Pro обзор topobzor.info
Предлагаем danabol-in.com у нашего менеджера.
https://optiontradingstrategies.net