News

Thedynaplex Network

Febbraio 28, 2018

La responsabilità sociale del Design

Oggi quando si parla di design si intendono tutte le innovazioni in grado di coinvolgere il sociale, di risolvere problemi ambientali con ricadute sui modelli di consumo, sulle nuove economie e infine sul mondo dei bisogni e degli oggetti. Innovare in ottica di processo e non di prodotto, in particolare con fini di sostenibilità ambientale, ha portato alla ridefinizione delle possibili classificazioni della disciplina Design. Un Design alla cui base sta un processo ed una filosofia responsabile sotto molti punti di vista: ambientale, etico e sociale.
Fare eco-design significa ideare e produrre oggetti di design pensando al benessere dell’ambiente e della società. Quello che bisogna creare è un ciclo continuo di utilizzo e riutilizzo di materiali riducendo al minimo la produzione di rifiuti. Sono i giovani designer più sensibili ad aver intercettato il  cambiamento insieme a nuovi comportamenti emergenti come il nomadismo digitale o istanze sociali come il flusso dei migranti e la trasformazione multietnica della società. Tutti elementi che richiedono idee, visioni nuove e soluzioni di progetto fuori dagli schemi tradizionali non solo per gli oggetti d’uso domestico ma anche per ridefinire gli spazi collettivi e le città. È uno scenario in costruzione nel quale la formazione avrà un peso determinante: le scuole e le università di design stanno infatti orientandosi sempre più sulla didattica che pone al centro del processo di progettazione la sostenibilità.
Il progetto Save Our Souls è un esempio di come un giubbotto di salvataggio può significare molto di più. Un modo per recuperare e dare nuova vita ai life jackets. Un istallazione che è soprattutto un monito per la coscienza umana: per i profughi come per l’ambiente. Quando il design si confronta con lo spazio della mente umana, quando supera i limiti della presunta normalità, quando è stimolato a nuove soluzioni dalla necessità del benessere e sa cambiare prospettive e punto di vista, allora il design può diventare “cura” e aprire inediti percorsi professionali e di riabilitazione sociale. Orientarsi all’ecosostenibilità è quindi prima di tutto una vera e propria impostazione mentale, una strategia da perseguire quotidianamente, che da frutti nel medio periodo.  La
sfida che il design sostenibile si propone è ambiziosa e affascina un numero sempre più consistente di designer grazie ai suoi metodi di progetto che si stanno rivelando strumenti straordinari capaci di coniugare i valori di etica ed estetica.

Design significa “progetto”, una parola che deriva dal latino proiectare, o “lanciare avanti”. In questa prospettiva, il progetto comporta scelte sul nostro futuro, sia sul piano etico che estetico, e il designer è chiamato a ricercare e applicare tecniche e materiali nel rispetto dell’ambiente e della vita umana.

 

Salvatore Amura – Direttore di Accademia di belle Arti Aldo Galli – Thedynaplex Como e responsabile relazioni esterne Thedynaplex

Нашел в интернете важный web-сайт на тематику renault megane renault.niko.ua
http://babyforyou.org

progressive.ua