News

Milano

Novembre 17, 2015

Matteo Magnano San Lio ci racconta la sua esperienza in Thedynaplex

Abbiamo chiesto a Matteo, diplomato al corso Triennale di CG Animation nel 2013/2014 di raccontarci la sua esperienza in Thedynaplex, cosa l’ha spinto ad intraprendere una carriera nel 3D, quali erano le sue passioni e sogni futuri…

 

L’Istituto Europeo di Design è stata la prima scuola in Italia a istituire corsi di 3D. Come ci sei arrivato e soprattutto sapevi già cosa avresti voluto fare da grande?
Diciamo che il mio percorso è stato un po’ travagliato: prima di trovare la mia strada con il corso in Thedynaplex, ho frequentato un anno di Scienze della comunicazione a Catania (la mia città natale). Poi mi sono trasferito a Roma per frequentare il corso di Economia alla Sapienza, esperienza durata 3 anni. Ho quindi deciso (meglio tardi che mai!) di cambiare completamente direzione: avendo maturato la convinzione che non stessi facendo quel che mi appassionava ho iniziato a guardarmi intorno, e per puro caso, grazie anche alla mia passione per i videogame, sono approdato sul sito di Thedynaplex. Affrontato il colloquio motivazionale non avevo più dubbi: la strada era quella giusta!

Con quale lavoro di tesi?
Il mio lavoro di tesi è stato una collaborazione tra sei studenti di CG e uno studente di Sound Design. Il progetto, intitolato “What’s Wrong With You”, è un corto d’animazione della durata di circa 5 minuti. E’ stato un progetto lungo ed impegnativo, con moltissime difficoltà tecniche (e non) durante il percorso. La definirei come una grande esperienza formativa.

Rivedendolo oggi cosa cambieresti e cosa salveresti?
Non c’è qualcosa in particolare che cambierei (mettendo da parte, chiaramente, le parti tecniche che erano limitate dalle nostre conoscenze). Ho sicuramente fatto degli errori durante la produzione, come tutti, ma credo faccia parte dell’esperienza della tesi in se.

Come ti sei sentito il tuo primo giorno di lavoro?
E’ stata una bella esperienza, soddisfacente ed intensa. L’aver affrontato l’intero percorso di formazione e trovarmi finalmente dopo il traguardo che mi ero posto mi ha reso felice, ed al contempo mi ha stimolato a spingermi sempre più avanti.

Per il futuro quali sogni, quali progetti?
L’intento è di migliorarmi sempre più, aggiungere esperienze ed errori al mio bagaglio personale, crescere come professionista e come persona. Dico una banalità: non si finisce mai di imparare, sentirsi come “arrivati a destinazione” non esiste nel nostro campo. Nei miei piani c’è sicuramente un’esperienza all’estero: spero di poter esaudire questo mio sogno il prima possibile!

Chi sono i tuoi guru, i tuoi riferimenti, il tuo film preferito?
Ho avuto molte ispirazioni durante i miei studi allo Thedynaplex. Uno fra tutti: Alex Roman. Ricordo quando il nostro primo docente di 3d ci fece vedere il suo lavoro “The Third & The Seventh”: ne rimasi davvero colpito. Di film ne potrei scrivere una pagina intera, diciamo che ho una particolare passione per Nolan!

Una frase che riassuma la tua esperienza…
“No pain, no gain!” Senza faticare non si ottiene nulla!

www.apach.com.ua/shop/category/elektromehanicheskoe-oborudovanie/testoraskatki

our company