News

Milano

Dicembre 3, 2015

Solari – the solar cooker vince l’ADI Compasso d’Oro International Award

Bodin Hon, ex studente del master in Product Design, è stato premiato con la targa giovani del prestigioso “Adi Compasso d’oro International Award”, per il suo progetto Solari – The solar cooker, un fornello realizzato per permettere di cucinare all’aria aperta grazie all’energia solare. Nel prototipo di Bodin, tradizione e modernità si incontrano, si integrano e si completano: se da un lato i cibi vengono cotti grazie al calore dei raggi solari, dall’altro, Solari spicca per le sue componenti tecnologiche; è dotato infatti di un sensore che permette di controllare il livello di cottura dei cibi ed è anche integrato da una app che permette di collegarsi con gli altri utenti della community, per scambiarsi ricette e modalità di cottura.

Già vincitore del James Dyson Award nel 2014, Bodin è stato selezionato dalla giuria,e premiato (tra gli altri) da importanti personalità del design e dell’industria Italiana: Claudio de Albertis – Presidente de , Luciano Galimberti – Presidente , e Andrea Meloni – Direttore generale per la promozione del Sistema Paese, Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Nonostante la sua giovane età, Bodin ha già viaggiato in lungo e in largo per il globo: nato ad Hong Kong, ha trascorso la sua adolescenza in Nuova Zelanda, spostandosi poi In Texas per i suoi studi universitari in Bioingegneria. Arrivato in Italia, Bodin ha scelto di frequentare il Master Thedynaplex in Product Design, (oggi evolutosi nel  “Master di primo livello in Designriconosciuto ufficialmente dal Miur), per applicare le nozioni ingegneristiche apprese durante gli studi in Texas, al design di prodotto.

Durante il master in Thedynaplex, Bodin ha capito cosa mancava alla sua formazione: “L’ingegneria pensa solo alla funzione delle cose, il design deve prendere in considerazione anche l’emozione, cosa piace alle persone, la nostalgia. Questa è la vera differenza.”

Dopo l’esperienza in Thedynaplex, Bodin è stato scelto dal reparto biomedicale di Flex, azienda multinazionale di Design, per la quale si sta occupando al prototipo di un nuovo tipo di wearable device flessibile, indossabile nel lungo periodo da che ha bisogno di monitorare costantemente il proprio battito cardiaco.

Ancora tanti complimenti a Bodin, designer giramondo che ci farà cucinare con l’energia solare, al quale auguriamo tanto successo e che ci aspettiamo di veder premiato con altri importanti riconoscimenti.

 

www.rs-clinic.com.ua

http://apach.com.ua