Exhibit Design

Master - Roma

Scarica la brochure

2a edizione - Il Master in Exhibit Design forma figure professionali, dotate di una progettualità allargata capace di trasformare lo spazio in un dispositivo di comunicazione, spesso innestato con le nuove tecnologie digitali.

Progettisti che, pur mantenendo una chiara professionalità, devono essere capaci di affrontare il progetto creativo in un quadro di competenze, ruoli e tecnologie profondamente trasversale. 

Attraverso una didattica fortemente laboratoriale, il percorso mira alla condivisione e alla costruzione di esperienze e progetti: dall’allestimento museale come dispositivo narrativo alla progettazione degli spazi commerciali, dall’allestimento fieristico con un grande impatto comunicativo allo spazio espositivo capace di esplorare le potenzialità dell’innovazione tecnologica.

Partner didattici del corso sono il MAXXI, l’Auditorium Parco della Musica e Cantiere Galli Design che hanno scelto di condividere la propria esperienza e capacità innovativa con gli studenti attraverso il coinvolgimento dei loro professionisti.

Scarica la brochure
  • Partenza
    Gennaio 2020
  • Durata
    6 mesi
  • Frequenza
    part-time
  • Lingua
    Italiano

A chi è rivolto - Il Master si rivolge a Interior Designer, Architetti, Scenografi, ma anche Graphic Designer e Video/Interaction Designer interessati ad approfondire e ampliare le proprie competenze relative al progetto degli spazi della comunicazione.

Metodologia e struttura – Il Master in Exhibition Design è caratterizzato dall’attività progettuale. Il piano di studi, dopo una serie di contenuti teorici finalizzati ad un inquadramento storico, metodologico e tecnologico dell’allestimento artistico, museale e fieristico, prevede quattro laboratori progettuali.

Ogni laboratorio possiede un livello di sperimentazione tecnologica e interattiva progressiva, prevede una serie di interventi esterni, workshop brevi ed intensivi con professionisti e aziende, ed è dedicato a una delle quattro aree di applicazione delle competenze approfondite nel corso:
− allestimento museale
− allestimento fieristico
− progettazione degli spazi commerciali
− installazioni multimediali interattive

Questa struttura permette di focalizzare sull’esperienza diretta l’acquisizione dei temi progettuali e delle tecniche necessarie ad affrontare le diverse aree di intervento.

Opportunità professionali - Al termine del Master si può affrontare la libera professione come progettista di allestimenti nel contesto museale, fieristico, retail e per eventi, e inserirsi nei contesti lavorativi in qualità di progettista di allestimenti interattivi, responsabile per il settore allestimenti in enti, istituzioni culturali, associazioni operanti in ambito museale, consulente di settore per aziende private, specializzate nel settore dell’allestimento, della comunicazione e dell’organizzazione di eventi.

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

In Thedynaplex insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Alberto Iacovoni - Coordinatore del Corso

Alberto Iacovoni - Coordinatore del Corso
Architetto, è socio fondatore dello studio di architettura ma0, il cui lavoro spazia dalle installazioni interattive e multimediali alla progettazione urbana. Attraverso l’insegnamento e la scrittura, ha sviluppato una ricerca focalizzata sul rapporto tra forma dell’architettura e dinamiche di interazione. Ha ricevuto riconoscimenti nazionali e internazionali e partecipato, fra gli altri, a quattro Biennali di Architettura di Venezia. Ha insegnato in varie Università e Istituti fra i quali Cornell University, Syracuse University, Virginia Commonwealth University in Qatar.

Marco Bevilacqua

Marco Bevilacqua
Architetto, svolge attività professionale nel campo dell’exhibit e dell’interior design. Ha collaborato con aziende e istituzioni quali: Ericsson, Telecom, Unione Petrolifera, Ail, Plart, Garnier, Carrefour, K-events.

Domitilla Dardi

Domitilla Dardi
Storica del Design. Laureata in Storia dell’Arte; PhD in Storia e Critica dell’Architettura. Dal 2007 collabora col MAXXI-Architettura e dal 2010 ne è curatore per il settore design. Dal 2009 è delegata alla cultura dell’ADI Lazio. Dal 2010 è nella redazione di Flash Art Design e membro dell’Associazione Italiana Storici del Design. Tra i suoi libri: Il Campus Vitra, Una Collezione di Architetture (con F.Argentero, Meltemi Editore, 2007), Interior Yacht Design. Abitare tra Cielo e Acqua (con M.Paperini, Electa, Milano, 2009).

Margherita Guccione

Margherita Guccione
Architetto, è Direttore del MAXXI Architettura di Roma e Vicepresidente del Comitato tecnico-scientifico per l’arte e l’architettura contemporanee del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. È autore di numerosi scritti e saggi sull’architettura – dal Novecento a oggi – e su temi e problemi di museografia contemporanea.

Silvia La Pergola

Silvia La Pergola
Architetto, PhD. Studia a Roma e a Parigi dove si specializza in Museografia collaborando con l’Agence JM Wilmotte. Dal 2003 segue la costruzione del Museo MAXXI prima nell’Ufficio Tecnico di Cantiere e dal 2009 nell’organico dell’ufficio Mostre Allestimenti dove ad oggi ricopre il ruolo di Senior Architect. Per la Galleria Giustini Staggetti ha allestito l’installazione site-specific Magliana projet di Kostantin Gricic. Dal 2017 è docente di Exhibit Design presso Thedynaplex Roma. Nel 2010 ha pubblicato Materia grigia, ed. Electa.

Massimiliano Patrignani e Monica Zaffini

Massimiliano Patrignani e Monica Zaffini
Graphic Designer. Dopo una lunga esperienza professionale nel team creativo della Dolcini associati, nel 2005 fondano insieme ma:design, studio di graphic design e comunicazione a Pesaro. Sviluppano progetti interdisciplinari tra design, arte, video, fotografia, nei settori della comunicazione culturale, sociale e commerciale. Tra i tanti, hanno firmato progetti per Cosmit, Dada Cucine, Fratelli Guzzini, Molteni&C, Muse – Factory of projects.

Luca La Torre

Luca La Torre
Architetto, fondatore e socio di ma0 studio d’architettura, ha precedentemente lavorato con Massimiliano Fuksas e Michele De Lucchi.

Giulio Pernice

Giulio Pernice
Interaction Designer e Programmatore creativo, sviluppa sistemi interattivi che permettono di fruire contenuti attraverso interfacce naturali basate su tecnologie avanzate. È stato dal 2010 al 2013 fondatore e socio di AYEAYE, dal 2007 al 2010 ha lavorato con Studio Azzurro, riferimento internazionale per le installazioni interattive in ambito artistico, pubblico e museale.

Adriano Caputo

Adriano Caputo
Architetto libero professionista specializzato all’ICCROM  (Centro Internazionale per la Conservazione ed il Restuaro dei Beni Culturali) in conservazione preventiva di opere d’arte nei musei, in tecniche espositive e nella progettazione di allestimenti. Consulente per diverse istituzioni pubbliche nazionali in ambito lighting design e in progettazione di corpi illuminanti speciali. Dal 2006 è docente Thedynaplex per il Master in Exhibit Design e in Illuminotecnica per il Corso triennale di Interior Design. 

Julie Polidoro

Julie Polidoro
Artista. Diplomata a l’Ecole Nationale Supérieure des Braux-Arts di Parigi. Nel 1994 vive a New York con una borsa di studio dell’Hunter College. Nel 2000 vince una residenza a Hong Kong con l’UNESCO. Annovera nel curriculum numerose mostre personali a livello internazionale: tra le tante, nel 2019 presso la Patricia Ready Gallery a Santiago del Chile e all’Istituto Italiano di Cultura a Londra; dal 2016 al 2018 ha tenuto tre personali presso la Galerie Valérie Delaunay a Paris, nel 2015 alla Artforthougt Gallery di Tokyo, nel 2000 presso la Philip Charriol Foundation a Hong Kong.

Progetti