Interior Design

Corsi Triennali e Post Diploma - Torino

Scarica la brochure

L’Interior Designer è un progettista impegnato nel portare qualità in ogni situazione in cui sia presente un’interazione uomo-ambiente. La conoscenza del mondo dell'arredamento, delle tecnologie dell'illuminotecnica e dell'acustica, quella dei requisiti e degli standard qualitativi, l'attenzione per gli aspetti pratici, funzionali, stilistici e di comfort rendono l'Interior Designer non solo uno stilista di interni, ma un progettista con competenze complete e trasversali.

La capacità di trasmissione e di condivisione del progetto e la padronanza degli strumenti di rappresentazione e di modellizzazione fisica e virtuale degli spazi sono alcuni tratti di questa figura professionale che opera trasversalmente in contesti differenti: dal domestico-residenziale agli spazi collettivi, dai luoghi pubblici di servizio fino agli allestimenti espositivi fieristici e per eventi museali o teatrali.

Opportunità professionali - Interior Designer, Interior Developer, Personal Designer.

Titolo rilasciato - Il corso è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

Scarica la brochure
  • Crediti
    180
  • Partenza
    Ottobre 2018
  • Durata
    3 anni
  • Frequenza
    full-time
  • Lingua
    Italiano

Scopri le pagine delle professioni creative: Interior Designer

Metodologia e struttura - Il percorso formativo del corso in Interior Design è strutturato in modo da far approfondire gradualmente agli studenti la complessità interna alla questione progettuale e si distingue per essere caratterizzato da binomi concettuali e operativi di riferimento.

I anno: Immaginare e rappresentare - Si forniscono le conoscenze culturali di base e gli strumenti necessari per l'avvicinamento alla gestione del processo progettuale, attraverso attività progettuali mirate a far emergere una pratica che coniuga creatività, ricerca, tecnica e attenzione verso la propria identità individuale.

II anno:  Conoscere e applicare - Si configura come un momento centrale del percorso di apprendimento, in cui il metodo, gli strumenti e le conoscenze teoriche vengono sperimentati concretamente attraverso l'applicazione delle specifiche convergenze verso un progetto. Le discipline presenti nel piano di studi supportano lo studente nello sviluppo delle fasi realizzative del processo progettuale: dal concept, alla fase di sviluppo dell'idea fino alla realizzazione finale, permettendogli di acquisire consapevolezza e competenza nelle specifiche aree professionali.

III anno: Criticare e proporre - Si affrontano argomenti di complessità crescente e si approfondiscono ulteriormente gli strumenti per l’elaborazione e l'adeguata comunicazione di un progetto. Gli studenti sviluppano maggiore autonomia progettuale e la necessaria dimensione critica individuale per essere in grado di formulare propri percorsi di ricerca e proposta.

La scelta e lo sviluppo del Progetto di Tesi, in un contesto di simulazione professionale, si articola in due fasi: la prima è dedicata alla ricerca preliminare di aspetti teorici e tecnici necessari allo sviluppo del progetto; la seconda consiste nell’approfondita verifica della realizzazione e dell’efficace comunicazione del progetto stesso.

 

È lodato quel maestro che fa egli stesso ciò che insegna agli altri (proverbio italiano)

Allo Thedynaplex insegnano professionisti che quotidianamente si confrontano con il mercato. Qui puoi approfondire i loro profili professionali.

Massimo Camasso - Coordinatore del corso

Massimo Camasso - Coordinatore del corso
Assegnista Senior in Composizione Architettonica e Urbana presso il Politecnico di Torino. L’attività di didattica e ricerca l’ha portato a pubblicare volumi collettanei e monografici sui temi della progettazione sia a scala dell’edificio, sia più marcatamente urbana. Attualmente è impegnato nella ricerca sulla pedagogia del progetto. Ha sviluppato e realizzato progetti residenziali per il settore privato e progetti per scuole, auditorium e teatri per il settore pubblico.

Davide Alaimo

Davide Alaimo
Architetto, Designer, Collezionista e Storico delle arti decorative. Ha curato diverse mostre ed è autore di saggi sulle arti applicate e il disegno industriale. Dal 2008 in qualità di esperto del settore collabora con varie case d’asta italiane. Nel 2014 ha pubblicato il volume Colli Interni altoborghesi, edito da Scaravaglio, Torino e nel 2016 Cristal Art, la lavorazione artistica del cristallo a Torino. È il Curatore dell’archivio Pier Luigi Colli e responsabile di Deposito Culturale, archivio per le arti applicate del ‘900.

Andrea Bruno

Andrea Bruno
Professore e Ricercatore presso il Dipartimento Casa-Città e SiTI-Istituto Superiore sui Sistemi territoriali per l’Innovazione. Ha partecipato a campagne di studio e restauro della Missione Archeologica Italiana di Hierapolis di Frigia (Turchia). Ha collaborato a progetti di restauro del Castello di Rivoli, dell’anfiteatro e delle mura romane di Tarragona e al progetto di rinnovamento del Royal Ontario Museum di Toronto. Ha pubblicato numerosi articoli, recensioni e contributi a studi su temi relativi la storia dell’architettura e il restauro.

Francesco Donato

Francesco Donato
Architetto di Torino, affianca al modellismo per l’architettura un’intensa attività di progettazione e realizzazione nel campo del product design e del suo rapporto con lo spazio. Progettazione, materiali e tecniche di lavorazione si intrecciano e si supportano nella ricerca di risultati sempre unici e originali, e nel rispetto delle esigenze della committenza. .  

Tiziana Fabbri

Tiziana Fabbri
Architetto, inizia la sua carriera all’interno della studio torinese F&F Design Studio, ricoprendo presto il ruolo di Project Manager. Si occupa della realizzazione di numerosi locali e abitazioni. Nel 2014 fonda il proprio studio Onice, continuando ad occuparsi di architettura di interni per abitazioni e locali pubblici, dal progetto di massima fino alla realizzazione dei singoli arredi. Dal 2014 inizia anche l’attività di consulente come Yacht Interior Designer per studi professionali e aziende nel settore della nautica

Luigi Ferrando

Luigi Ferrando
Architetto, specializzato in materiali per l’architettura e il design, svolge il suo lavoro prevalentemente nell’ambito dell’interior ed exibit design. Si è occupato di progettazione di sedi museali e allestitive, dal concept fino alle carpenterie e agli apparati illuminotecnici. Si occupa di allestimento di negozi e stand, curandone anche le parti grafiche e tipografiche. Interior Designer anche nel settore dell’edilizia privata.

Claudio Marciano

Claudio Marciano
Ricercatore in Scienze della Comunicazione, svolge attività didattica in diversi atenei. Il suo ambito è la sociologia dell'innovazione, in particolare l'analisi del mutamento delle strutture socio-culturali a partire dall'uso quotidiano dei media digitali. Assessore alla sostenibilità urbana e città intelligenti di Formia, membro dell'Advisory Board dell'acceleratore di impresa GALA LAB e autore di diversi saggi. Tra le sue pubblicazioni più recenti, la monografia Smart City. Lo spazio sociale della convergenza.

Federico Rizzo

Federico Rizzo
Attualmente svolge attività di libero professionista, occupandosi di progettazione architettonica e di interior design dalla fase di concept fino al dettaglio costruttivo. Laureato nel 2013 in Architettura al Politecnico di Torino, dal 2008 pratica la professione in diversi studi. Dal 2007 al 2010, è cultore della materia, fornendo assistenza a diversi corsi di composizione Architettonica, e svolgendo attività di tutoraggio software di modellazione tridimensionale in ambiente Rhinoceros.

Andreas Sicklinger

Andreas Sicklinger
Libero professionista, attivo nel campo della progettazione e della consulenza per il User Centered Design ed Ergonomia Applicata. Ha mosso i suoi primi passi tra Milano e Monaco. Partecipa alla ricerca L’innovazione design driven del punto vendita, commissionato dal DIPRADI del Politecnico di Torino. Ha pubblicato diversi testi relativi ai temi dell’ergonomia e del design e collabora stabilmente come autore di articoli sulla cultura del design e dell’architettura dell’area tedesca con il Giornale dell’Architettura, Torino.

Barbara Zagami

Barbara Zagami
Architetto e Grafico, inizia la sua professione come freelance collaborando con importanti studi di architettura torinesi. Impegnata nel progetto LOOK OF THE CITY per il Comune di Torino, dal 1990 si occupa di eventi, comunicazione e restyling per i principali club della città. Tra le esperienze più significative: allestimento della città per le Olimpiadi Invernali 2005, Campionati Mondiali di Scherma 2006, allestimento della città per il Torino World Design Capital 2008.